Viaggio d’un poeta in Russia di Vincenzo Cardarelli. Analisi imagologica

Abstract: (Imagology analysis of Viaggio d’un poeta in Russia from Vincenzo Cardarelli) Vincenzo Cardarelli spent a few months in Russia, between the second half of 1928 and the first months of 1929. Cardarelli was a correspondent of the newspaper “Il Tevere” and wrote some reports about the political and cultural situation of Russia at the time. At later time these reports were re-elaborated and arranged in the book Viaggio d’un poeta in Russia by the author himself. The book was published by Mondadori in 1954 within a book series called “I prosatori dello Specchio”. This paper focuses on the person of Cardarelli as a traveller, starting from the textual analysis of Viaggio d’un poeta in Russia. Furthermore, it focuses on the conception of travelling and on the representations of the “Other” (the stranger). The first phase of textual analysis will focus on the lexical choices that convey the image that the author is giving of the “Other”. The second phase will concern the hierarchical relationship established by the oppositional structures underlying the literary images of the “Other”. The third and last phase will identify the scénario, expressed by literary images.

Keywords: Vincenzo Cardarelli, Russia, The first half of the twentieth century, Report, Imagology

Riassunto: Inviato dal giornale Il Tevere per realizzare alcuni reportage sulla situazione politica e culturale della Russia del tempo, Vincenzo Cardarelli trascorse in unione Sovietica alcuni mesi tra la seconda metà del 1928 e i primi mesi del 1929. Le corrispondenze frutto di questa esperienza vennero successivamente da lui rielaborate e sistemate nel volume Viaggio d’un poeta in Russia, pubblicato da Mondadori nel 1954 presso la collana “I prosatori dello Specchio”. Il mio contributo si propone innanzitutto di osservare la figura di Cardarelli nella sua qualità di viaggiatore partendo dall’analisi di Viaggio d’un poeta in Russia, evidenziandone le caratteristiche e le peculiarità testuali. L’indagine si concentrerà in principalmente sulla concezione di “identità viaggiante” del poeta, sul suo rapporto con l’Altro e con l’Altrove. Le osservazioni contenute nell’opera dell’autore tarquiniese permetteranno quindi di riflettere su diversi aspetti e sulle varie fasi del rapporto fra l’Io del poeta, la Russia e la sua popolazione. La prima fase dell’analisi testuale si concentrerà sulle scelte lessicali che “veicolano” l’immagine che l’autore ha dell’Altro, la seconda riguarderà la relazione gerarchica stabilita dalle strutture oppositive sottostanti alle immagini letterarie dell’Altro. Queste strutture contrappongo l’Altro all’identità soggettiva dell’autore e riguardano i livelli spaziali e temporali. La terza ed ultima fase avrà il compito di individuare lo scénario, espresso dalle immagini letterarie.

Parole-chiave: Vincenzo Cardarelli, Russia, primo Novecento, reportage, imagologia