París (impresiones de un emigrado) e En el País del arte (tres meses en Italia): due itinerari letterari di uno Spagnolo in esilio

Abstract: (París (impresiones de un emigrado) and En el País of art (tres meses en Italia): two literary itineraries of a Spanish in exile) Vicente Blasco Ibáñez, not only a prolific Spanish writer, but also a journalist, a film director, and a political militant, fled from his native city, Valencia, because his political views once 1890 and again in 1896. His long and strenuous wandering is recounted in the travel chronicles, evocatively titled: París (impresiones de un emigrado) and En el País del Arte (tres meses en Italia). The date of presentation of the books doesn’t coincide with the date of publication because the volumes were sent to press only by the return of Blasco in Spain. The purpose of this study is to establish a comparison between the two travel chronicles.

Keywords: Paris, Italy, exile, travel chronicles, Valencia

Riassunto: Il prolifico scrittore spagnolo Vicente Blasco Ibáñez, nonché noto giornalista, regista cinematografico e militante politico dovette fuggire dalla natia Valencia, dapprima nel 1890 e in seguito nel 1896, a causa delle sue idee repubblicane. Del suo lungo e gravoso errare si trova testimonianza nelle cronache odeporiche allusivamente intitolate: Parigi (impressioni di un emigrato) -1890- e Nel paese dell’arte (tre mesi in Italia) - marzo/giugno 1896-. La data di redazione dei testi non coincide con quella di pubblicazione giacché esse vennero date alle stampe solo al rientro in Spagna dell’autore. Nel presente intervento si cercherà di istituire un confronto fra i due testi odeporici.

Parole chiave: cronaca odeporica, esilio, Parigi, Italia, Valencia