Leopardi come fonte d'ispirazione per la poesia di Ivo Andrić

Abstract: (Leopardi as a Source of Inspiration in the Poetry of Ivo Andrić) Giacomo Leopardi (1798-1837) and Ivo Andrić (1892-1975) are two great European personalities in the world of world literature, two thinkers with many similar aspects in their way of feeling, almost contemporaneous with each other. Reading the works of Leopardi and Andrić I noticed a profound similarity in some parts of their works and I could not be indifferent. In this summary, comparing certain verses, reflections and poetic considerations of both writers, I tried to find the strong poetic and philosophical traces of Leopardi's poetry and his reflections in the work of Ivo Andrić, especially in his early early works. Leopardian thought starts from the soul, from the strong intimate and personal sadness and it is appropriate that dominant thought from which Andrić was attracted in his youth. Andrić gathered the themes of anxiety as a central experience of life and the melancholy that comes from an imagination capable of seeing clearly the disparity between real and possible. This research should, once again, shed light on the important poetic influence that, one of Leopardi's most important works dealing with Zibaldone's philological-scholarly, linguistic, literary and philosophical questions, had on the poetry of Ivo Andrić as well as illuminating their own pessimism that put them out of the common feeling of a century and that bound them strongly.

Keywords: Giacomo Leopardi, Ivo Andrić, poetic, influence, Zibaldone, Ex Ponto, Nemiri

Riassunto: Giacomo Leopardi (1798-1837) e Ivo Andrić (1892-1975) sono due grandi personalità europee nel mondo della letteratura mondiale, due pensatori per tanti aspetti affini nel modo di sentire, quasi contemporanei fra di loro. Leggendo le opere di Leopardi e Andrić ho notato una profonda similitudine in alcune parti delle loro opere e non potevo essere indifferente. In questo riassunto, confrontando certi versi, riflessioni e considerazioni poetiche di ambedue scrittori, ho cercato di trovare le forte tracce poetiche e filosofiche della poesia di Leopardi e delle sue riflessioni nell'opera di Ivo Andrić, soprattutto nelle sue prime opere giovanili Ex Ponto e Inquietudini. Il pensiero leopardiano parte dall’animo,dalla forte tristezza intima e personale ed è proproprio quel pensiero dominante da cui fu attratto Andrić in gioventù. Andrić raccolse i temi dell’ansia come esperienza centrale della vita e la malinconia che nasce da un’immaginazione capace di vedere con chiarezza la disparità fra reale e possibile. Questa ricerca dovrebbe, ancora una volta, dare luce all’importante influsso poetico che, una delle più importanti opere di Leopardi che tratta pensieri relativi a questioni filologico-erudite, linguistiche, letterarie e filosofiche Zibaldone, ebbe sulla poetica di Ivo Andrić nonchè a illuminare il loro stesso pessimismo che li poneva fuori dal sentire comune di un secolo e che li legava fortemente.

Parole chiave: Giacomo Leopardi, Ivo Andrić, poetica, Zibaldone, Ex Ponto, Nemiri