La conquista asburgica di Timişoara (1716) nelle fonti veneziane coeve

Abstract: (The Habsburg conquest of Timişoara (1716) in contemporary Venetian sources) The Venice State Archive preserves in the collection Senato Secreta, Dispacci Germania some information about the conquest of Timisoara by the Imperials in the year 1716. Dispacci – the letters that the Venetian ambassadors had to sent regularly (every week) to the central authorities of the Serenissima, were signed by the Venetians diplomats accredited to the Habsburgs, Carlo Ruzzini and Pietro Grimani. Since August of 1696, Carlo Ruzzini announced the intentions of the Imperialists to proceed immediately to the conquest of Timisoara and adds to his dispaccio a plan of the fortifications executed by the Ottomans. There are more dispatches sent by Ambassador Pietro Grimani in the fall of 1716, in which are presented in detail the actions of the imperialists that culminated with the conquest of the city so far controlled by the Ottomans. The Venetian Senate, in charge of foreign policy of the Republic, also received the conditions of capitulations of the Ottomans and the points approved by the Habsburgs. The numerous and accurate information contained in the letters are largely drawn from the correspondence sent to the Emperor by Prince Eugene of Savoy from the military camp of operations. The letters kept at the State Archives of St. Mark’s offer new evidences of an important event in the history of Timisoara, also reflecting the degree of knowledge of the realities of this part of Europe in Venice.

Keywords: Timişoara, 1716, Venetian Archives, Habsburg Monarchy, Ottoman Empire

Riassunto: L’Archivio di Stato di Venezia custodisce nel fondo Senato Secreta, Dispacci Germania alcune informazioni riguardanti la conquista di Timişoara da parte degli Imperiali nell’anno 1716. I dispacci – le lettere che gli ambasciatori veneziani dovevano inviare regolarmente (ogni settimana) alle autorità centrali della Serenissima, sono stati firmati dai diplomatici veneziani accreditati presso gli Asburgo, Carlo Ruzzini e Pietro Grimani. Sin dall’agosto del 1696, Carlo Ruzzini annunciava le intenzioni degli Imperiali di procedere subito alla conquista di Timişoara e allega al suo dispaccio una pianta con le fortificazioni eseguite dagli Ottomani. Sono invece più numerosi i dispacci mandati dall’ambasciatore Pietro Grimani nell’autunno del 1716, nei quali sono presentate in dettaglio le azioni degli Imperiali che culminarono con la conquista della città controllata finora dagli Ottomani. Il Senato, la magistratura che si occupava della politica estera del Repubblica marciana, ha ricevuto anche le condizioni di capitulazione degli Ottomani e i punti approvati dagli Asburgo. Le informazioni numerose ed esatte contenute nelle lettere sono in gran parte tratte dalla corrispondenza inviata all’Imperatore dal principe Eugenio di Savoia dal campo delle operazioni militari. Le lettere custodite presso l’Archivio di Stato offrono nuove testimonianze su un evento importante per la storia di Timişoara, rispecchiando anche il grado di conoscenza delle realtà di questa parte d’Europa a Venezia.

Parole chiave: Timişoara, 1716, Archivio di Stato di Venezia, Impero Asburgico, Impero Ottomano