Memoria e dimenticanza nella terminologia delle arti visuali: arte – artista / artigiano – artefatto / manufatto

Abstract: (Memory and forgetting in the terminology of the visual arts: art – artist / artisan – artifact / handemade) Since over time the word art (and its derivatives) has acquired and has a wide range of meanings, we find it necessary to make some terminological clarifications and review the meanings with which the lexeme is used in theoretical research in this field. interdisciplinary character, with aspects taken mainly from studies dedicated to the visual arts. At the semantic level, we note the existence of two terms, with common roots in the Latin ars, artis, specialized to indicate intellectual work (artist) and physical or mechanical work (craftsman). This is because in our times, more often than not, the artist does nothing but conceive the work and it is the craftsman who works with his hand or with modern techniques and actually produces art objects. And the handmade ("handmade") or artifact ("made with art") is invested with the title of work of art if it is conceived / conceived by a plastic artist recognized as such by specialists (we refer to critics of art, gallery owners, museographers, collectors), while the craftsman gets lost in oblivion, or, in the happiest case, joins the queue of anonymous people who worked in the workshop of a famous artist.

Keywords: visual arts, artist, artisan, craftsman, handmade, artifact.

Riassunto: Poiché attraverso i tempi la parola arte (e i suoi derivati) ha acquisito ed ha un ampio ventaglio di significati, troviamo necessario fare alcune precisazioni terminologiche e rianalizzare i significati con cui il lessema viene utilizzato nelle ricerche teoriche in questo campo. L’approccio ha un carattere interdisciplinare, con aspetti presi soprattutto dagli studi dedicati alle arti visive. A livello semantico, costatiamo l’esistenza di due termini, con radici comuni nel latino ars, artis, specializzati per indicare il lavoro intellettuale (artista) e il lavoro fisico o meccanico (artigiano). Questo perché ai nostri tempi, il più delle volte, l’artista non fa che concepire l’opera ed è l’artigiano che lavora con la mano o con tecniche moderne e produce effettivamente gli oggetti d’arte. E il manufatto (“fatto a mano”) o l’artefatto (“fatto con arte”) viene investito del titolo di opera d’arte se è concepito/ideato da un artista plastico riconosciuto come tale dagli specialisti (ci riferiamo a critici d’arte, galleristi, museografi, collezionisti), mentre l’artigiano si perde nell’oblio, oppure, nel caso più felice, entra nella fila degli anonimi che hanno lavorato nella bottega di un artista famoso.

Parole chiave: arte, visuale, artista, artigiano, artefatto, manufatto.